La Fortitudo supera una coriacea Jesi e conquista la seconda vittoria stagionale!

Fortitudo Consultinvest – Termoforgia Jesi 79-70 (Parz: 23-19; 41-43; 61-57; 79-70)

Fortitudo Consultinvest: Mancinelli 18, McCamey 15, Legion 18, Italiano 7, Pini 6; Cinciarini 10, Gandini, M. Montanari, Murabito ne, Fultz, Pederzoli ne, Bryan 5. All. Boniciolli.

Termoforgia Jesi: Ihedloha 11, Brown 16, Hasbrouck 7, Marini 13, Massone 4, P. Montanari ne, Valentini ne, Piccoli 8, Quarisa 11, Mentonelli ne, Kouyate ne. All. Cagnazzo

Spettatori all’RDS Stadium di Rimini: 4.200

Vittoria, altri due punti in classifica e un’ulteriore dose di fiducia per un gruppo che ha solo bisogno di trovare continuità nel corso della settimana per sprigionare tutte le sue potenzialità e la sua voglia di vincere. La Fortitudo rispetta il pronostico superando Jesi col punteggio di 79-70 all’RDS Stadium di Rimini, davanti ad oltre 4.200 tifosi che hanno percorso 120 km. Di A14 per non far mancare il proprio sostegno ai biancoblù nella prima delle due gare casalinghe da giocare in campo neutro. Match teso per tre quarti abbondanti e Consultinvest costretta a sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione dei marchigiani, davvero mai domi. Era nelle previsioni della vigilia, però, che sarebbe stato un match insidioso per i biancobù, contro una squadra giovane e piena di grinta. Superlativa, nel primo tempo, la prestazione di capitan Mancinelli che già alla fine del primo tempo aveva segnato 16 punti e che nei momenti più complicati della gara si è caricato la squadra sulle spalle, da evidenziare un Alex Legion capace prima di limitare lo spauracchio Hasbrouck, poi di esprimere tutto il suo potenziale offensivo con 18 punti segnati nel solo secondo tempo. Risultato raggiunto, quindi, per una Fortitudo che si era posta l’obiettivo di mantenere Jesi a non più di 70 punti segnati per avere la meglio. Chiaro, i lavori sono ancora in corso ma aver collezionato 4 punti nelle prime due giornate aiuterà i biancoblù ad allenarsi con serenità anche nel corso di questa settimana, che coinciderà con l’ingresso a pieni giri nel motore di Alessandro Amici, che sabato a Ferrara farà il suo debutto ufficiale in maglia biancoblù. Importante il sacrificio di Nazzareno Italiano, i cui progressi nell’assimilare lo spostamento pressochè fisso nel ruolo di ala piccola inizia a fornire iprimi, positivi responsi e ottimo l’impatto sul match e in entrambe le metacampo, nel secondo tempo, di Sylvere Bryan, Una Consultinvest che continua a palesare qualità individuali e morali di alto livello, in attesa che il processo di integrazione si completi per un gruppo che, ad ormai due mesi dall’inizio della preparazione, si è potuto allenare non più di quattro volte al completo.