Ci eravamo lasciati con un -2 e ce ne ritroviamo con un altro. Questa volta il -2 lo si legge nel risultato finale ma anche nell’andamento della partita attraverso dei parziali mai dilaganti (14-22, 19-14, 23-17, 15-16). Ai ragazzi di Coach Comuzzo è infatti mancato quel “guizzo vincente” che gli avrebbe permesso di ritirare il referto rosa. Di sicuro è stata una validissima occasione per testare la solidità di alcuni concetti fondamentali quali l’intensità nella fase difensiva, la remuneratività in termini di punti realizzabili forniti dalle poche palle perse e dall’organizzazione della fase offensiva. Manca il “guizzo”, dicevamo, ma quello si acquisisce con l’allenamento, con la fiducia in se stessi e su quello che si sà fare. Oggi si ritorna in palestra con la voglia di fare meglio di ieri!

Fortitudo Academy: Biasco 15, Micheletto 12, Lombardo 3, Righi 9, Brolis 13, Sciarabba, Mengozzi 7, Errani, Manna 2, Antonaci, Basso 2, Niang 6. All. Comuzzo.

Vis 2008: Dalpozzo 3, Lesdi 4, Galliera Ricci 9, Bergamnini, Mica 6, Husam 12, Ndiaye 1, Ticic 11, Gibertini 8, Baraldo 15. All. Giuliani.