Giocare in casa della prima squadra in classifica non è mai facile e per riuscirci bisogna costruire il risultato punto su punto ed è ciò che è successo ieri. Il punteggio finale al di sotto dei 70 punti racconta di una partita giocata soprattutto dalle difese e portata ad una manciata di minuti dalla fine, a -2 dai i ragazzi di Coach Comuzzo. Il percorso tecnico che i bianco blu stanno facendo quest’anno è basato sui parametri di “tecnica (io e la palla) e di “tattica individuale” (io, palla e avversario), tra l’altro non ancora ben consolidati da tutti i giocatori. La conoscenza approfondita di questi due parametri è però, imprescindibile per approcciare a quelli di “tattica collettiva” (io, palla, compagno e avversario). Quando, come ieri, è una sola delle due squadre a poter svolgere la partita basandola sulla tattica collettiva mentre l’altra è impegnata a consolidare i parametri precedenti, il risultato di -9 è ampiamente motivato. Quel -2 diventa così più che positivo per i ragazzi dell’Academy Fortitudo, soprattutto se riferito a diventare un “Giocatore completo”, piuttosto che a vincere una partita; ma questi sono solo punti di vista…..

Fortitudo Academy: Biasco 4, Micheletto 11, Lombardo 8, Righi 7, Brolis 9, Sciarabba, Mengozzi 6, Errani, Antonaci, Basso 3, Niang 9. All. Comuzzo.

Pall. Forlì 2.015: Zambianchi 21, Maltoni, Mistral 4, Creta 16, Gardini, Sampieri 2, Baroncini 2, Serra 2, Scarpellini 8, Monticelli 2, Dini 11. All. Barbara.