Era importante, sotto tanti punti di vista, farsi consegnare un referto rosa nella partita svoltasi ieri a Rimini e che ha visto contrapporsi i padroni di casa dei Crabs contro gli U18 ecc. della Fortitudo 103. Il +12 del primo quarto certifica un forza d’urto iniziale importante per mettere sul giusto binario tutte le partite al quale però, non dovrebbero seguire distrazioni o cali di concentrazione tali da far chiudere la gara con appena 3 punti di vantaggio sugli avversari.

Nel mezzo, come succede di solito, emergono alcuni aspetti tipici di questa categoria come la diversa “maturità tecnica” tra le tre annate con le quali sono costruite le squadre, il focus del gioco spostato più sul risultato delle partite, le differenze tecnico-tattiche individuali dovute ai pregressi background dei giocatori, un girone composto da Squadre organizzate ed equilibrate, tutti “ingredienti” che le mani di Coach Politi stanno plasmando e miscelando giorno dopo giorno di modo che tutti i componenti possano concorrere, indistintamente, al raggiungimento degli obiettivi stagionali. Si ritorna in palestra con consapevolezza, determinazione e voglia di crescere in gruppo con la testa rivolta ai prossimi due appuntamenti casalinghi.

Fortitudo: Battilani 4, Zanetti 9, Biasco, Micheletto 3, Branchini 3, Gibertini n.e., Franco 12, Longagnani 2, Prunotto 12, Tornimbeni, Giacomi, Simon 22. All. Politi.

Rimini: Berardi 2, Ferrari 22, Baroni n.e., Cruz 18, Seixas 2, Rossi 6, Giorgini n.e., Gamboni n.e., Santoro 9, Tamburini n.e., Montanari 2, Jose 3. All. Maghelli.